sabato 26 ottobre 2013

Spiderweb glutenfree cheesecake e Halloween o non Halloween?

For english recipe scroll down

Si sta avvicinando la festa di Halloween.
Maghi, streghe e mostri stanno già scalpitando dietro alle ante scricchiolanti di vecchi armadi, in attesa di poter uscire dai loro nascondigli e disperdersi nelle strade..




Nonostante questa festa dai toni horror si stia affermando sempre di più nel nostro Paese, molti la sentono distante, considerandola espressione di una cultura lontana e in contrasto con la nostra tradizione.
In realtà, questo non è del tutto vero….

Ecco un po’ di storia e qualche curiosità.
Le prime origini di Halloween vengono fatte risalire agli antichi riti legati al cambio delle stagioni, alle feste del raccolto e ai culti agresti nei quali gli uomini tentavano di esorcizzare le  paure ancestrali legate all’agricoltura.
Già i Romani organizzavano festeggiamenti il 1 novembre in onore di Pomona, dea dei frutti, per propiziarsi la fertilità delle terre. Quando entrarono in contatto con i Celti, a seguito dell’occupazione della Britannia, i Romani trovarono popolazioni che celebravano il 31 ottobre.
In quella data ricorreva, infatti, la festa celtica di Samhaim, che decretava la fine della stagione estiva e l’inizio di quella invernale. Durante quel passaggio si riteneva che il mondo dei vivi e quello dei morti entrassero in contatto. Per festeggiare Samhaim si tenevano rituali durante i quali le persone indossavano costumi fatti con pelli e teste di animali.



In Italia sono molte le usanze legate alle celebrazioni del 31 ottobre e del 1 novembre, che molto hanno in comune con la simbologia 'halloweeniana'.
L’uso della zucca, che dai più viene soltanto associata a Halloween made in USA, ha invece solide tradizioni in diverse parti del nostro Paese, dove, in passato, veniva intagliata e collocata all’esterno delle abitazioni come segno di protezione.
In varie parti di Italia in questo periodo vengono, o forse più tristemente, venivano preparati dolci caratteristici come il pan dei morti nella cucina lombarda, la cova pugliese, i pupi di zucchero siciliani, le ossa dei morti, gli stinchetti dei morti (che pare risalgano al periodo etrusco) e le fave… ovviamente dei morti.
In molte regioni vi erano poi importanti tradizioni e abitudini legate a questi giorni.
In Abbruzzo, si decoravano le zucche e i ragazzi di paese andavano a bussare di porta in porta domandando offerte per le anime dei morti, di solito ricevevano frutti di stagione, frutta secca e dolci.
In Calabria, nelle comunità Italo-albanesi, ci si avviava in corteo verso il cimitero, dopo benedizioni e preghiere si approntavano banchetti.
In Emilia Romagna i poveri andavano di casa in casa a chiedere la “carità di murt”.
In Friuli i contadini lasciavano un lume acceso, un secchio d’acqua e un po’ di pane sul tavolo.
In Puglia, si usava imbandire la tavola per i defunti che usavano ritornare a trovare i parenti.
In Sicilia si preparavano doni e dolci per i bambini ai quali veniva detto che erano doni portati dai parenti… trapassati.
Allora ritrovate qualche somiglianza?
Ah dimenticavo, Halloween deriva da “All Hallows Eve” ovvero la notte di ognissanti…
E’ vero che oggi Halloween viene sfruttata moltissimo dal punto di vista commerciale, ma forse non è così vero che non appartiene per nulla alle nostre tradizioni.
Ed ora chi si vuol preparare ad attendere i maghi, le streghe e i mostri che vagheranno la notte del 31 ottobre prepari questo cheesecake ragnatela… sicuramente stupirà i propri terrificanti amici.




Cheesecake ragnatela senza glutine 

(ho utilizzato uno stampo di 20 cm di diametro)

Ingredienti:

Per il biscotto
400 gr di biscotti senza glutine
170 gr burro
2 cucchiai colmi di cacao amaro*
60 gr di zucchero

Per la ganache
200 gr di cioccolato amaro triturato*
250 ml di panna fresca

Per la crema
500 gr formaggio fresco
175 gr zucchero
un pizzico di sale
1 cucchiaio di succo di limone
185 gr panna fresca

Esecuzione
Preparare il biscotto: frullare i biscotti, lo zucchero il burro e il sale. Premere l’impasto ottenuto sul fondo e sulle pareti dello stampo, precedentemente unto e infarinato. Riporre in frigorifero.
Preparare la ganache: scaldare molto bene la panna in un pentolino e successivamente versarla sul cioccolato finemente triturato, mescolare fino a che il composto sarà liscio ed omogeneo.
Estrarre lo stampo dal frigorifero e versare la ganache sul fondo e sulle pareti dello stampo, porre nuovamente in frigorifero.
Preparare la crema: Montare con le fruste elettriche a media velocità il formaggio fresco fino a che sarà spumoso, aggiungere lo zucchero continuando a montare il composto (ad una velocità più bassa). Una volta incorporato lo zucchero aumentare nuovamente la velocità delle fruste.
Montare in un contenitore pulito la panna e unirla molto delicatamente alla crema di formaggio.
Versare parte della crema ottenuta nello stampo, versare parte della ganache, versare nuovamente la crema avendo cura di coprire tutta la ganache. Appiattire con il dorso di un cucchiaio la crema e livellarla. Mettere la ganache in un sac à poche con un foro piuttosto piccolo, premere leggermente il sac à poche e formare una spirale partendo dal centro del dolce verso le pareti.
Con un coltello affilato tracciate delle linee a raggera partendo dal centro della spirale verso l’esterno.


* Controllate che questo ingrediente sia adatto ai celiaci, verificatene la spiga sbarrata o le indicazioni sull’etichetta del produttore.


Spiderweb glutenfree cheesecake

For the crust
400 gr gluten free cookies
170 gr butter
2 teaspoons gf cocoa powder
60 gr sugar

For the ganache
200 gr bittersweet gf chocolate finely chopped
250 gr heavy cream

For the filling
500 gr cream cheese softened
175 sugar
¼ teaspoon salt
1 tablespoon fresh lemon juice
185 gr heavy cream

Make the crust: Mix cookies, sugar, butter and salt. Pat mixture into a buttered pan pressing firmly into bottom and all the way up sides. Cover and refrigerate until ready to fill.
Make the ganache: place chocolate in a fodd processor. Bring cream to a simmer in a small saucepan. Then pour over chocolate and mix it until well melted. Spread evenly on bottom and all the way up sides of crust. Cover and refrigerate it.
Make the filling: beat cream cheese with a mixer on medium speed until fluffy,reduce speed and slowly add sugar and salt. Raise speed to medium-high, and beat in lemon juice.
Whisk heavy cream until medium-stiff peaks form.
Carefully add a part of whipped cream to cheese cream. Pour part of the filling into crust, pour some ganache and finish pouring the cream.
Transfer the ganache to a pastry bag. Starting from the center of the cheesecake, pipe a spiral. Pull the tip of a paring knife in a gently curved line from the center of the spiral to outer edge. Wipe knife clean, and repeat to form a web.
Cover and refrigerate for at least one hour or overnight. Unmold cheesecake and serve.

18 commenti:

  1. Mi è piaciuto questo post con tutte queste belle notizie sulle nostre feste! E la torta è veramente bella, complimenti! Bacione e buona domenica

    RispondiElimina
  2. grazie per tutte queste notizie sulle "origini italiane" di Halloween...torta bellissima!!

    RispondiElimina
  3. Ci è piaciuto molto il post sulle origini della festa di Halloween e la corrispondenza con le nostre tradizioni regionali. Complimenti per la torta!

    RispondiElimina
  4. Ciaoooo,
    l'anno scorso scrissi anch'io un post sulle origini di Halloween e infatti scopri che le sue vere radici affondano anche nella nostra Europa e non solo nell'altro continente. Leggendo il tuo post ho però scoperto tante cose che non sapevo legate alla tradizione del nostro paese.
    Questa cheesecake è fantastica ummmm che bontà *.*
    buona domenica cara

    RispondiElimina
  5. In totale accordo con te, come mia nonna diceva Halloween c'è sempre stata, e molto più nostra di quanto in realtà si pensi. una festa che tra l'altro trovo scaramantica e divertente, forse mi piace molto più del carnevale.
    La torta poi è devvero bellissima

    RispondiElimina
  6. che blog interessante, ricco di ricette da provare. da oggi, per ogni domenica, mi cimenterò anche io in cucina, con poche pretese. Mi fa piacere se passi a lasciare un commento e se ti va ci possiamo seguire a vicenda?

    Una cena improvvisata http://emiliasalentoeffettomoda.altervista.org/dolci-freddi/
    grazie

    Mari

    RispondiElimina
  7. Cheesecake stupenda e sicuramente buona!! non sapevo tutte queste cose su halloween grazie averle condivise!!

    RispondiElimina
  8. Vorrei essere un ragnetto per arrampicarmi lì... e mangiare in santa pace, piano piano... :-)

    RispondiElimina
  9. Quante cose interessanti che nn sapevo soprattutto i legami con l'Europa che non immaginavo avesse Halloween!Il tuo dolce e' da sballo beato chi lo mangia!
    Un abbraccio Ila

    RispondiElimina
  10. Mi piace tanto la decorazione della torta e poi deve essere stra buona!

    RispondiElimina
  11. grazie di essere passata!!!

    Prodotti sensibili per la nostra pelle...http://emiliasalentoeffettomoda.altervista.org/grandi-piccini-eubos/

    grazie
    Mari

    RispondiElimina
  12. che bel blog, mi sono iscritta
    passa da me se ti va :)
    http://mycherrytreehouse.blogspot.it/

    un abbraccio
    sabrina

    RispondiElimina
  13. Ciao, grazie per tutte queste interessanti informazioni su questa festa che ormai ci coinvolge sempre più!!!
    Adoro le cheesecake, e la tua "ragnatela" mi ha già catturato!!!

    RispondiElimina
  14. Tu scopri me, ed io scopro te! :-) <3
    Laura

    RispondiElimina
  15. Questa cheesecake è bellissima in tema con la serata di oggi, sarà anche buonissima!!! ;*

    RispondiElimina
  16. troppo bella questa cheescake ragnatela!!

    RispondiElimina
  17. Uff vedo che manca il mio commento! Ti avevo scritto appena uscito il post! Beh allora ripeto tutto: questa torta mi ha lasciato a bocca aperta, a parte che è di sicuro squisita è davvero bella! Il disegno è perfetto, io credo che avrei fatto un groviglio di ragnatele disordinate :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie An, non avevo visto il messaggio grazie per averlo lasciato di nuovo !

      Elimina