venerdì 10 gennaio 2014

Crema dolce di nocciole, vaniglia e cannella e Gluten Free (fry)day!


(For english receipe scroll down)
Bentornati! E buon Gluten Free(fry)day!!
Il venerdì, come sapete, è dedicato alle amiche del Gluten Free Travel and Living che hanno lanciato l’idea di dedicare un giorno alla settimana alla cucina senza glutine.
Nonostante il mio blog proponga sempre e soltanto ricette gluten free mi piace sottolineare e diffondere questa bella occasione di “incontro”.
Vi ricordo che al Gluten Free(Fry)day possono partecipare tutti, anche coloro che non possiedono un blog, ma desiderano cimentarsi in questa sfida e condividere una ricetta.
Se poi non conoscete ancora “Gluten Free Travel and Living” vi consiglio di visitarlo, troverete tante notizie e suggerimenti, tutti ovviamente a spiga sbarrata.
Per il mio gluten free(fry)day ecco una crema di nocciole “rubata” ad Aran di Cannelle et Vanille



Crema dolce di nocciole con vaniglia e cannella

(Per circa 6-8 bicchierini)
Ingredienti
120 g nocciole sbucciate
50 g zucchero di canna
2 cucchiaini di scorza di limone grattugiata
500 ml latte
1 baccello di vaniglia
1 stecca di cannella
un pizzico di sale
125 ml panna fresca

Preparazione
Tenete da parte un cucchiaio di nocciole e tritatele grossolanamente per la decorazione finale. Versate le nocciole rimanenti in un robot da cucina insieme con lo zucchero e la scorza grattugiata del limone, polverizzate fino a ottenere una pasta.
Versate il latte in un pentolino e aggiungete il mix di nocciole triturate, il baccello di vaniglia aperto per il lungo (e i semini che potete estrarre con la punta di un coltello), la stecca di cannella e il sale. Portate a bollore e fate cuocere per circa 15 minuti a fuoco dolce mescolando finche il composto non diventerà più denso.
Togliete il baccello di vaniglia e la stecca di cannella.
Trasferite il composto in un frullatore e riducete in una fine purea. Versate la crema nei bicchierini e lasciate raffreddare. Quando servite la vellutata, che potrà essere a temperatura ambiente o se preferite anche fredda, montate la panna e versatene un po’ sulla crema, decorate con le nocciole triturate.



Hazelnut, vanilla and cinnamon soup
(Serves 6 to 8)

1 cup hazelnuts
¼ cup natural sugar
2 teaspoons finely grated lemon zest
2 cups whole milk
1 vanilla bean, split lengthwise and seeds scraped
1 cinnamon stick
1/8 teaspoon salt
½ cup cream

Finely chop 1 tablespoon of hazelnut for use as a garnish.
Place hazelnuts, sugar and lemon zest in a food processor and pulse until the hazelnuts are finely ground almost into a paste.
Combine the milk, hazelnuts mixture, vanilla bean and seeds, cinnamon sticks and salt in a medium saucepan. Bring to a simmer, reduce the heat to medium-low, and cook for about 15 minutes, while stirring, untili t begins to thicken. Remove the vanilla bean and cinnamon stick.
Transfer the soup to a blender and blend into fine puree.

Pour the soup into the glasses, let cool. You may serve it at room temperaure or refrigerate and serve cold. Whip the heavy cream. Top with a dollop of whipped cream and chopped hazelnuts.
Con questa ricetta partecipo al Gluten Free (fry)day


30 commenti:

  1. ummmmm a quest'ora come dolce ci sta proprio e poi ha i miei tre ingredienti preferiti...
    se riesco voglio partecipare anch'io venerdi prossimo, tanto tutte le mie ricette , come le tue, sono senza glutine ;)
    baci e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Audrey!! Sono venuta a trovarti poco fa, sono con le mie bambine e ho letto il tuo "avvertimento" quindi ripasso più tardi :) :)

      Elimina
    2. .. dai partecipa anche tu!! Così ci troviamo tutte virtualmente insieme!! Ciao

      Elimina
    3. si, voglio provare ad esserci la settimana prossima, spero di farcela ;)

      Elimina
  2. Questa crema dolce mi pare molto originale Simo .....ma secondo te posso provare a farla anche con il latte di avena?
    Un baciotto e buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciaooo Ila!! Secondo me sì, perché la crema si ispessisce grazie alla farina di nocciole... Baci

      Elimina
  3. Che buona dev'essere?! Presentata benissimo!! Brava come al solito!! Un bacio Camilla dolci creazioni

    RispondiElimina
  4. Questa crema è libidinosa! E oggi sei la seconda persona che partecipa con una ricetta di Aran… Anche per me lei è fonte di ispirazione!
    Le tue parole sono meravigliose e appropriate e ti ringrazio per appoggiare sia il sito che la nostra iniziativa! <3
    P.s. Le foto sono strepitose!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aran è davvero un mito, difficile non essere ispirate da lei, vero? Grazie a te per le tue parole, Gluten free travel and living merita tutto l'appoggio possibile, visto l'importante punto di riferimento che sta diventando. Un abbraccio

      Elimina
  5. Davvero irresistibile :-P Complimenti x la ricetta e la divina presentazione :-D
    Buon we <3
    la zia Consu

    RispondiElimina
  6. Simo mi sa proprio che questa crema è da impazzire, come mi fanno impazzire i tuoi vasetti!! *.* Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È buona è buona, grazie cara Fede! Baci

      Elimina
  7. Nice post ;)

    http://closertotheedgeblog.blogspot.com/

    RispondiElimina
  8. Credevo di averti già scritto ma non trovo più il commento -.-
    Ma il cestino e le bottiglie di vetro, quanto sono belli?! Ti ho pinnata, non ho resistito.. Queste foto sono stupende.
    Prima o poi mi invento qualcosa anche io e partecipo comunque :-) Buonissimo weekend!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava! Partecipa, sono sicura che proporrai qualcosa di squisito! Un abbraccio .

      Elimina
  9. Quanto vorremmo uno di questi vasetti -uno l'uno, eh!- per poter chiudere con dolcezza questa e altre mille giornate e per poterle iniziare :-) le foto sono bellissime, ti rubiamo tutto il cestino e ti abbracciamo forte!
    Marta e Mimma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto ve li allungherei... se solo fossimo più vicine!

      Elimina
  10. è una cosa meravigliosa, deve essere squisita. e le foto... che bellissime foto!

    RispondiElimina
  11. Simo, grazie a te tra i regali di natale, mi sono regalata Small Plates & Sweet Treat di cui avevi parlato in un post.
    Che ne penso? Che vi amo tutte e due: te e Aran Goyoaga!
    Questa crema è una sciccheria...come la vedi dentro un dolce come farcitura? si può fare?
    Un abbraccio,
    Ellen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ellen non sai quanto mi facciano piacere le tue parole. Aran è un mito e il suo libro è strabello ti auguro di poter fare tante sue ricette!! A me questa cremina è venuta piuttosto lenta.. tant'è che Aran la chiama soup, quindi se la si vuol utilizzare come farcitura bisogna renderla più densa, magari aggiungendo un po' di maizena..? Baciii

      Elimina
    2. Proverò e ti saprò dire. Comunque anche da mangiare così mi sembra super golosa! Baci

      Elimina
  12. Che bella idea! Ottima proposta e bella presentazione.
    A presto, Ada :-)

    RispondiElimina